AL VIA LA NUOVA MISSIONE AD HONG KONG

 

fotohongkong

 

Nuovo appuntamento in Asia per il Consorzio Tutela Vini Valpolicella che sarà presente alla Hong Kong International Wine & Spirits Fair in programma dal 5 al 7 novembre.

Fitto il programma del Consorzio presente con una collettiva di 8 aziende, degustazioni all’interno dello stand e due masterclasses dedicate alla Denominazione guidate dall’esperto John Isacs.

“Hong Kong è ancora un mercato in espansione per le nostre esportazioni”, afferma Olga Bussinello, Direttore del Consorzio, “Lavorare su questa ex colonia inglese ancora legata al vecchio continente potrebbe costituire un “ponte d’accesso” preferenziale al mercato cinese, tenendo comunque presenti le necessarie differenze.”

Le importazioni di vino imbottigliato a Hong Kong si attestano poco sotto il miliardo di dollari americani e l’Italia in questo scenario occupa il quarto posto alle spalle di Francia, Australia ed USA. Questo nonostante il mercato sia fortemente indirizzato verso i vini rossi che rappresentano circa il 95% delle esportazioni”.

Obbiettivo quindi della missione ad Hong Kong per il Consorzio è sviluppare nuove opportunità di business ma soprattutto, attraverso i workshop e le masterclasses, educare gli operatori del settore, importatori e stampa in primis, alla qualità e alla varietà dei vini della Denominazione.

La fiera, giunta alla sua ottava edizione, è diventata un punto di riferimento globale per importatori, produttori e distributori. Storicamente vede ogni anno la partecipazione di circa 20.000 buyers provenienti da 75 paesi ed una presenza giornaliera di circa 30.000 visitatori.

Le aziende presenti ad Hong Kong saranno: Accordini Igino, Accordini Stefano, Cantina Valpantena Verona Sca, Collis-Riondo, Fidora, Monte Cillario, Tenute Salvaterra e Tinazzi. Al banco mescita della Denominazione saranno inoltre presenti i vini delle aziende: Cantina Valpolicella Negrar, Casa Vinicola Sartori, Tenuta Vignega e Villabella.

 

 

Ufficio Stampa Consorzio Valpolicella

Federica Schir 389 9425510

(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.