VERSO UNA VALPOLICELLA SEMPRE PIU’ SOSTENIBILE

VINO, CONSORZIO VALPOLICELLA: DIFESA INTEGRATA E CONSULENZA GRATUITA PER GLI ASSOCIATI VERSO UNA VALPOLICELLA SEMPRE PIU’ SOSTENIBILE.

Un bollettino settimanale per aggiornare le aziende sulla gestione della Difesa Integrata in agricoltura. E’ l’iniziativa del Consorzio Tutela vini Valpolicella che attraverso il proprio periodico informerà gratuitamente gli associati sul corretto utilizzo dei fitofarmaci. L’obiettivo va nella direzione, perseguita dal Consorzio, di una Valpolicella sempre più sostenibile anche attraverso la riduzione dell’impiego di sostanze chimiche in campagna grazie al monitoraggio di parametri tecnici come il meteo, i dati fenologici, il ciclo degli insetti e del loro comportamento, sostenendo l’uso di prodotti biologici e la promozione delle buone pratiche in vigna.

La Difesa Integrata in agricoltura, infatti, è obbligatoria dall’inizio del 2015 per tutte le aziende agricole che devono necessariamente aggiornare la voce ‘Trattamenti fitosanitari’ sul proprio Quaderno di Campagna per non incorrere in sanzioni. A questo scopo il Pan (Piano d’azione nazionale) ha introdotto la figura professionale del consulente che deve fornire alle aziende le informazioni e le conoscenze utili per impostare correttamente le strategie in ottemperanza ai principi di difesa integrata. Da qui la decisone del Consorzio di ottimizzare il processo attraverso una consulenza unica e condivisa, espressa dalla newsletter settimanale. Per gli associati del Consorzio Tutela vini Valpolicella il profilo del consulente sarà quindi unico e rappresentato dall’agronomo del Consorzio, Renzo Caobelli.

“Questa iniziativa è un'altra tappa del percorso di attività del Consorzio per rendere la Valpolicella sempre più sostenibile, attenta al benessere dell’ambiente e della biodiversità – commenta Olga Bussinello, direttore del Consorzio Tutela vini Valpolicella –. Il prossimo passo sarà la certificazione da parte di un Ente terzo delle aziende aderenti al protocollo, che potranno così rafforzare e valorizzare l’impegno messo in atto per la buona gestione del territorio di produzione”.

Nel nostro Paese sono previsti due livelli di difesa integrata: uno obbligatorio, che ricalca il disciplinare di difesa integrata della Regione del Veneto, l’altro – volontario - più avanzato e articolato, che potrà essere sostenuto attraverso le politiche di sviluppo rurale o nell’ambito Ocm Vino.

 

Ufficio stampa Consorzio Tutela vini Valpolicella: interCOM

Giorgia Vincenzi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 320.9580392)

Marta De Carli (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 345.4848542)