Newsletter 3/2015 - LUGLIO

Sorsi d’Autore

Giunge alle 16^ edizione “Sorsi d’Autore”, la manifestazione volta a promuovere patrimonio storico-culturale veneto con un sodalizio tra eccellenza vitivinicola e turismo, arte e paesaggio. L’iniziativa, realizzata da Regione del Veneto, Istituto Regionale Ville Venete e Fondazione Aida in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Valpolicella e il Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco, prevede 5 appuntamenti con grandi firme del mondo del giornalismo, moderati da Luca Telese. Inaugurata il 20 giugno a Villa dei Cedri, la rassegna proseguirà nei mesi di giugno e luglio con 3 incontri. Venerdì 3 luglio a Villa Farsetti (Santa Maria di Sala, VE) sarà possibile incontrare Corrado Formigli e degustare Santa Sofia, Valpolicella DOC Classico Superiore 2011 Monte Gradella. Il 4 luglio nella cornice del Castello Estense (Arquà Polesine, RO) saranno invece serviti i vini di Sartori, Valpolicella DOC Classico Superiore 2012 Montegradella, con Enrico Mentana ospite della serata (3 luglio). Domenica 12 luglio, nuovamente a Villa Farsetti, sono protagonisti il perfume designer Nicola Pozzani e la giornalista Maggie Rosen, con la degustazione di Tenuta Santa Maria Valverde, Valpolicella Doc Classico Superiore 2011; Le Bignele – Soc. Agr. Aldrighetti Luigi, Angelo, Nicola, Valpolicella Ripasso Doc Classico Superiore 2012; Valentina Cubi, Amarone della Valpolicella Doc Classico 2007 Morar.


Sostenibilità... in Campo

Continua “Giornate in Campo”, l’iniziativa del Consorzio di Tutela Vini Valpolicella per informare viticoltori e produttori sulle novità in ambito tecnico. Il primo appuntamento del mese di luglio, che si è tenuto giovedì 2 luglio presso i vigneti Bolla (GIV) di Tenuta Pule, ha trattato la gestione dell’erba sulla fila attraverso macchine inter-ceppo: sostituendo l’azione meccanica all’utilizzo di diserbanti chimici. La mattinata (9.30-13.00) ha previsto una prova in campo dove sono intervenute 12 ditte costruttrici, che hanno presentato i propri macchinari in funzione. La terza settimana di luglio (la data verrà decisa a breve) in una seconda giornata di approfondimento verranno invece presentate diverse tipologie di erogatori utilizzabili nel metodo della confusione sessuale per la lotta alle tignole. L’incontro, ancora da definire nei dettagli, vedrà alcune aziende leader nella produzione di erogatori dimostrare i loro prodotti illustrando le prospettive future nell’applicazione della tecnica della confusione sessuale. Entrambi gli incontri si inseriscono nel programma “RRR – Riduci, Rispetta, Risparmia”, il progetto del Consorzio per la Tutela dei Vini della Valpolicella volto a promuovere e implementare buone pratiche di produzione ecocompatibile in vigna.


Il Consorzio Tutela vini Valpolicella e Le Famiglie dell’Amarone d’Arte

Il 2009 ha visto nascere sul nostro territorio una associazione di aziende denominata “Le Famiglie dell’Amarone d’Arte”, sorta allo scopo di salvaguardare e promuovere la vera qualità dell’Amarone da loro prodotto, suffragata anche dall’apposizione di un ‘ologramma’ adesivo sulle loro bottiglie. Questo fatto ha creato una frattura importante all’interno della denominazione, provocando un danno di immagine a tutto il settore produttivo coinvolto e insinuando che la Docg prodotta da circa 270 aziende produttive non corrisponda ai canoni dell’eccellenza qualitativa. Sulla legittimità di questa associazione e soprattutto del suo operato abbiamo interrogato il Ministero, che ci ha espressamente invitati ad intervenire per ripristinare la legittimità in quanto non è possibile da parte di un privato registrare un marchio che contenga al suo interno una denominazione di origine protetta, ovvero una menzione tradizionale, ovvero un marchio collettivo. Circostanze queste tutte riconducibili all’Amarone della Valpolicella Docg. Il Consorzio ha pertanto richiesto in sede legale, nazionale e comunitaria, attraverso due diverse procedure, l’accertamento della nullità del marchio, dopo aver consentito per oltre sei mesi alla stessa associazione di ritirare autonomamente tali registrazioni e ricomporre la situazione. Il rammarico per questo conflitto è grande dal momento che coinvolge aziende che hanno sempre condiviso le politiche e lo spirito consortile contribuendo così alla crescita della denominazione, ma si tratta di un’azione dovuta e doverosa nei confronti di tutte le aziende che operano nel rispetto del sistema. Inoltre, a seguito di queste gravi divergenze, otto aziende delle “Famiglie dell’Amarone” ancora socie hanno comunicato in questi giorni il loro recesso dal Consorzio.

Etichettatura: trasparenza a caro prezzo

Si accende nel mondo del vino il dibattito sulla trasparenza in etichetta. Con l’obiettivo di legiferare entro il 2016, il Parlamento Europeo ha infatti invitato la Commissione Europea a elaborare una relazione sull’opportunità di ampliare la gamma di informazioni sulle etichette di vino e alcolici, riportando anche calorie, ingredienti e i pericoli derivanti dall’assunzione di alcol. Contro chi appoggia la mozione (sostenendo che il vino sia da equiparare ad ogni altro alimento nella comunicazione con il consumatore) si schiera il settore-vino italiano, che teme ripercussioni sui costi a carico dei produttori, nella percezione della qualità dei prodotti (che rischierebbero di essere determinati sempre più dall’etichetta anziché da una valutazione complessiva della qualità) e, infine, sull’andamento dei consumi.

Appuntamenti luglio 2015

Missione Cina – Taiwan 29 giugno – 4 luglio 2015 Shanghai (Cina) e Taipei (Taiwan). Aperto ai soci

Degustazione Guida Gambero Rosso 29 giugno – 9 luglio 2015