VENDEMMIA 2012

Nell’imminenza della vendemmia 2012 il Consorzio ritiene utile riportare all’attenzione dei produttori alcune delle regole previste dal disciplinare di produzione o transitorie stabilite con decreto regionale.


  • Le uve fresche destinate alla pigiatura devono avere una gradazione media aziendale di 15,30 gradi babo; possono concorrere al raggiungimento di tale media solo i carri con gradazione minima di 14,50 gradi babo su una resa massima consentita di 120 q/ha; sotto la gradazione di 14,50 gradi babo l’uva deve essere declassata.
  • Per la vendemmia 2012, in base al Decreto della Regione Veneto, le uve destinate all’appassimento per la produzione di Recioto della Valpolicella e Amarone della Valpolicella devono risultare da accurata cernita in vigneto in quantità non superiore al 50% dell’uva totale ammessa dal Disciplinare (60 q/ha) e devono avere una gradazione minima di 16,60 gradi babo. Le operazioni di appassimento devono avvenire esclusivamente all’interno della zona di produzione. Il termine delle operazioni di messa a riposo delle uve deve essere tempestivamente comunicato a SIQURIA Spa con l’apposito modulo (scaricabile sul sito www.siquria.it) da trasmettere via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o via fax allo 045/6190646. Il controllo ispettivo del fruttaio da parte di SIQURIA Spa è condizione minima per rivendicare la D.O. sulle uve. I fruttai dovranno avere regolare autorizzazione sanitaria e registro di carico compilato. Il parere di non conformità da parte di SIQURIA Spa comporta il declassamento delle uve e deve essere assicurata una distinzione fisica netta fra prodotto D.O. e I.G. quando possibile anche in stabilimenti diversi.
  • Per le zone interessate dall’evento di grandine di cui al Decreto Dirigenziale dell’Avepa n. 256 del 10 Agosto 2012 (pdf.), le uve destinate all’appassimento per la produzione di Amarone della Valpolicella e Recioto della Valpolicella devono risultare da accurata cernita in vigneto in quantità non superiore al 40% della riduzione del 50% dell’uva totale ammessa dal Disciplinare di cui sopra (38,40 q/ha).
  • Causa perdurare dell’evento siccitoso, consigliamo vivamente di fare molta attenzione nella selezione delle uve destinate alla messa a riposo.
  • I produttori e i vinificatori sono tenuti a permettere l’ingresso nei vigneti, nelle cantine e nei fruttai agli ispettori inviati da SIQURIA Spa; ogni caso di mancata autorizzazione verrà segnalata agli organi competenti. Durante la vendemmia saranno inoltre intensificati i controlli da parte dei carabinieri del Nas, del Corpo Forestale e del Servizio Repressione Frodi.
  • Le fermentazioni e rifermentazioni sono normate dall’apposito Decreto Regionale.

In relazione alle analisi delle curve di maturazione dei vigneti delle stazioni campione, il Consiglio di amministrazione ha individuato quale data consigliata per l’inizio della vendemmia il 10 settembre p.v.